Previsioni del tempo

MATTINA, ORE 11:00

Sabato mattina freddo e piovoso. Per evitare di trascorrere l’intera giornata chiusi in casa, decidiamo di portare Gian Burrasca in piscina a sguazzare un po’ nell’acqua calda. Mentre percorriamo in macchina il tratto di strada che ci separa dalla struttura, il piccolo osserva sconsolato i nuvoloni neri che incupiscono la giornata.

Gian Burrasca (continuando a guardare il cielo plumbeo): mamma?
io: dimmi amore…

Gian Burrasca: …piove…
io: sì tesoro…
Gian Burrasca: …è perché le nuvole sono arrabbiate…
io: …tanto tanto arrabbiate…
Gian Burrasca: sì, perché sono stanche…
io (pensando al fatto che forse è lui ad esserlo, visto che si è svegliato a un orario antelucano): …
Gian Burrasca (proseguendo con la sua attenta analisi della situazione meteorologica): …e hanno sonno…
io (c. v. d.): …
Gian Burrasca (concludendo con un sorriso soddisfatto): e allora devono riposare!!!
io: !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.