Incubi

MATTINA, ORE 6:00

Gian Burrasca (con vocina da pianto): BUAAAH! SIG!!!
io (nel dormiveglia): zzzzzzzzz… ma che…
Gian Burrasca (con vocina lamentosa e indispettita): BUAAAH! NO!!!
io (rendendomi conto che sta parlando nel sonno): …
Gian Burrasca (con voce sempre più infastidita e contrariata): NO NO NO!!!
io: ???
Gian Burrasca (con tono decisamente adirato e perentorio): NONONO!!! È MIO AIPAD!!!
io: !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.